Progetti di solidarietà

CONGO Progetto di sostegno a distanza per i bambini di strada reinseriti in famiglie di accoglienza a Kinshasa

A Kinshasa sono 14.000 i bambini di strada. 25.000,00 in tutto il paese. Ma più della metà dei minori del paese vive nella strada, facendo ritorno solo la notte o saltuariamente in famiglie che non hanno nulla da offrire. Siamo nel regno del post-contemporaneo, dove capita sempre più frequentemente che sono i minori a scegliere di vivere in strada, perché la strada offre loro più possibilità di emancipazione di quanto lo faccia una famiglia. genitori, i parenti, i vicini di un bambino identificano un minore come sorcier, come stregone portatore di maschio e di malocchio, usando un metodo tanto semplice quanto efficace per risolvere il problema: lo bruciano. Salvo - laddove per improbabile casualità riesca a sopravvivere - riservare la possibilità di ammettere di essersi sbagliati.L'associazione AASD è stata fondata il 4 giugno del 1991. Il suo scopo è quello di assicurare l'accompagnamento psicosociale, in forme attraverso diverse e adeguate alle singole realtà dei bambini e adolescenti che necessitano di misure di protezione, e dunque:) bambini abbandonati e orfani, bambini cd sorcier (portatori di sventura), b) ex associati a gruppi armati nella RDC, c) minori affetti da AIDS ed) vittime di violenze sessuali. Questo è sviluppato, nel tempo, diversi progetti indirettamente inclusi in una delle categorie sopra indicate, ma tutte le tesi sono garantite dall'utente, la formazione scolastica o professionale, la cura della salute e il reinserimento familiare o sociale dei minori (anche attraverso la promozione di famiglie di accoglienza).Ha collaborato nel tempo con un gran numero di partner di sicurezza affidabile: da Medici a UNICEF, PAM, Africare, FAO, ONUD, UNICEF. La casa di accoglienza nel comune di Ngaliema si trova in un quartiere fortemente degradato. L'attività degli educatori dell'istituto è proiettata in particolare verso il reinserimento dei bambini nelle famiglie, che viene sostenuto economicamente con l'individuazione delle attività generatrici di reddito, nonché con l'accompagnamento psico-sociale: il centro scelto è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi).Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali. La casa di accoglienza nel comune di Ngaliema si trova in un quartiere fortemente degradato. L'attività degli educatori dell'istituto è proiettata in particolare verso il reinserimento dei bambini nelle famiglie, che viene sostenuto economicamente con l'individuazione delle attività generatrici di reddito, nonché con l'accompagnamento psico-sociale: il centro scelto è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali.La casa di accoglienza nel comune di Ngaliema si trova in un quartiere fortemente degradato. L'attività degli educatori dell'istituto è proiettata in particolare verso il reinserimento dei bambini nelle famiglie, che viene sostenuto economicamente con l'individuazione delle attività generatrici di reddito, nonché con l'accompagnamento psico-sociale: il centro scelto è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali.L'attività degli educatori dell'istituto è proiettata in particolare verso il reinserimento dei bambini nelle famiglie, che viene sostenuto economicamente con l'individuazione delle attività generatrici di reddito, nonché con l'accompagnamento psico-sociale: il centro scelto è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali.L'attività degli educatori dell'istituto è proiettata in particolare verso il reinserimento dei bambini nelle famiglie, che viene sostenuto economicamente con l'individuazione delle attività generatrici di reddito, nonché con l'accompagnamento psico-sociale: il centro scelto è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali.il centro rappresentato è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali. il centro rappresentato è nella sostanza un luogo di transito dei bambini, trovati per strada e accompagnati in un percorso verso la famiglia di origine, verso una soluzione alternativa o verso soluzioni comunitarie (gruppi di adolescenti più grandi). Lo staff è composto da 15 persone, di cui 8 si occupa delle inchieste sociali.

Data di attivazione: 01/2008

Stato: Concluso

Risultati ottenuti: 

Il progetto teso al reinserimento familiare dei minori non gode oggi di alcun finanziamento, al contrario di quei progetti tesi all'accompagnamento psico-sociale destinati a: minori vittime di violenze sessuali, minori coinvolti in conflitti armati, minori affetti da AIDS. NOVA ha stabilito 15 soggiorni a distanza tra altrettante famiglie italiane e bambini che l'AASD ha individuato tra quelli che, raccolti per strada e transitati per il centro di Ngaliema, hanno trovato sistemazione in una famiglia di accoglienza. Tutti i bambini hanno un'età che - alla data di inizio del progetto, novembre 2008 - varia dai 9 ai 13 anni. Il progetto mira a fornire alle famiglie un sostegno di carattere economico, destinato alla scolarizzazione dei bambini e al loro sostentamento, ovvero, nelle parole usate da AASD nella sua proposta, alla “protezione dei loro diritti all'educazione, alla salute, all'alimentazione, e, in breve, al benessere sociale”. Di tutti i bambini AASD ha fornito la generalità, e al padrino sono stati indicati: nome dei componenti della famiglia, attività lavorativa, scuola frequentata dal minore, indirizzo, foto del beneficiario. Sarà fortemente stimolato dallo scambio di corrispondenza tra il minore e il padrino in Italia. Il costo sarà di euro 22,00 mensili, di cui una quota di due euro sarà trattenuta da NOVA per le spese di gestione. Il progetto ha preso l'avvio nel mese di novembre del 2008. NOVA si propone di sostenere il sostegno ad altri bambini nel corso del 2010 e di stimoli e rapporti epistolari tra padrini e assistiti Di tutti i bambini AASD ha fornito la generalità, e al padrino sono stati indicati: nome dei componenti della famiglia, attività lavorativa, scuola frequentata dal minore, indirizzo, foto del beneficiario. Sarà fortemente stimolato dallo scambio di corrispondenza tra il minore e il padrino in Italia. Il costo sarà di euro 22,00 mensili, di cui una quota di due euro sarà trattenuta da NOVA per le spese di gestione. Il progetto ha preso l'avvio nel mese di novembre del 2008. NOVA si propone di sostenere il sostegno ad altri bambini nel corso del 2010 e di stimoli e rapporti epistolari tra padrini e assistiti Di tutti i bambini AASD ha fornito la generalità, e al padrino sono stati indicati: nome dei componenti della famiglia, attività lavorativa, scuola frequentata dal minore, indirizzo, foto del beneficiario. Sarà fortemente stimolato dallo scambio di corrispondenza tra il minore e il padrino in Italia. Il costo sarà di euro 22,00 mensili, di cui una quota di due euro sarà trattenuta da NOVA per le spese di gestione. Il progetto ha preso l'avvio nel mese di novembre del 2008. NOVA si propone di sostenere il sostegno ad altri bambini nel corso del 2010 e di stimoli e rapporti epistolari tra padrini e assistiti foto del beneficiario. Sarà fortemente stimolato dallo scambio di corrispondenza tra il minore e il padrino in Italia. Il costo sarà di euro 22,00 mensili, di cui una quota di due euro sarà trattenuta da NOVA per le spese di gestione. Il progetto ha preso l'avvio nel mese di novembre del 2008. NOVA si propone di sostenere il sostegno ad altri bambini nel corso del 2010 e di stimoli e rapporti epistolari tra padrini e assistiti foto del beneficiario. Sarà fortemente stimolato dallo scambio di corrispondenza tra il minore e il padrino in Italia. Il costo sarà di euro 22,00 mensili, di cui una quota di due euro sarà trattenuta da NOVA per le spese di gestione. Il progetto ha preso nel mese di novembre del 2008. NOVA si propone di sostenere il sostegno e altri bambini nel corso del 2010 e di stimoli e rapporti epistolari tra padrini e assistiti

Responsabile: massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Molteplice e vario come l'anima umana è il dono di vedere e capire un paese straniero.

(B. Sandberg)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca